Home page  
Visualizzazione Contributo


  • Visualizza tutti i contributi


    Microsoft per gli sviluppatori  (892 Click)
    Conferenza tecnico commerciale per i prodotti sviluppati con la tecnologia .NET.
    03/11/2008
    Cadmo
    Nuove Tecnologie
     

     

     

     

    Convegno Microsoft dedicato agli Sviluppatori Software (di giò)

     

     

    Argomento chiave della conferenza sono stati i prodotti sviluppati con la tecnologia .NET.

     

    - Silverlight 2: un plug-in .NET based utilizzabile in molte applicazioni per il multimedia e lo sviluppo di siti web. Questo kit comprende 100 controlli tra cui citiamo: DeepZoom, permette di zoomare immagini ad alta risoluzione con effetti visivi davvero ottimi e di grande impatto.

    Silverlight 2 è stato utilizzato già in alcuni il sito, come quello della “Rai”, quello di “Radio Deejay” e di “Repubblica TV” per la trasmissione di programmi in streaming.

     

    - LINQ to *: Una delle novità più impotanti di .NET Framework 3.5 è sicuramente LINQ. Con Language Integrated Query abbiamo a disposizione una "sintassi alla SQL" per accedere a diverse sorgenti dati: collezioni di oggetti, nodi XML, DataSet e SQL Server, permettendo di lavorare utilizzando un approccio dichiarativo invece che imperativo. Questo ci consente di esprime ciò che vogliamo nel nostro codice in modo più semplice e leggibile, in molte situazioni.

    - LINQ to SQL: Linq to SQL è l' implementazione LINQ per SQL Server, e solo per SQL Server. E' possibile utilizzare LINQ sia per interrogare SQL Server che per effettuare operazioni di aggiornamento/inserimento e modifica. Il linguaggio usato da LINQ to SQL è sicuramente molto espressivo, tanto che non è possibile avere una query T-SQL non esprimibile con LINQ to SQL. Per essere ancora più chiari, tenete presente che le query generate dall'engine sono state fatte dal team di prodotto di SQL Server.

    - ADO.NET Entity Framework (EF) e LINQ to Entities: Linq To Entities non è stato ancora rilasciato con Visual Studio, ma è in beta attualmente.L'idea di base di EF è di aumentare il livello di astrazione con cui lavoriamo nelle applicazioni. Cioè possiamo modellare delle classi che non si mappano a priori in modo diretto su una tabella di un database. Ad esempio un’entità può mapparsi su n tabelle del database. Un' altra importante caratteristica di EF è che è pensato per poter essere utilizzato con diversi database. Caratteristiche:

    • è stato implementato un nuovo provider EntityClient che si appoggia sul meccanismo a provider di ADO.NET 2.0
    • per "parlare" con EF  esiste un linguaggio  Entity SQL, che è espresso per mezzo di una stringa, ma che mi permette di lavorare con Entità e non con tabelle.
    • LINQ to Entities è una implementazione di LINQ per lavorare con EF (sia lettura, che scrittura)

    - ASP.NET Dynamic Data: Una delle novità presenti nella SP1 di .NET 3.5 sono i Dynamic Data (DD). In estrema sintesi i DD consentono di generare un sito web completo partendo da un modello dei dati. Si può costruire un’applicazione web in poco tempo, solo per poter permettere di fare operazioni di interrogazione e modifica su una sorgente dati. Si parte da un modello dei dati costruito con LINQ to SQL o Entity Framework (ma non solo..) e su questo, delle pagine aspx fungono da template generici, essendo in grado di capire quali tabelle sono presenti nel modello dei dati, di capire come sono fatte e di visualizzarle così come renderle modificabili. Esiste quindi un template unico (condiviso da tutte le tabelle) per le operazioni tipiche che su queste potremmo fare (interrogazione, modifica etc).

    Un altro aspetto importante riguarda il motore di routing su cui si basano, che consente di non legare l’url che chiamiamo nel browser per richiedere una specifica pagina a dove la pagina fisica risieda oppure a come questa si chiami. Inoltre è possibile modificare il comportamento del motore di routing tramite delle regole, in un unico punto, senza dover modificare alcunché nelle singole pagine e come queste si richiamino tra di loro.

    - Internet Explorer 8: nuova versione del browser di Microsoft, ora aggiunge il supporto dei CSS 2.1. Permette la retro compatibilità con le versioni precedenti di Explorer sia tramite una modifica da parte dell’utente, che ad opera dello sviluppatore con l’aggiunta di un comando nel codice della pagina Web.
    Un utile strumento che è stato aggiunto è Web Slice: consente di abbonarsi a sezioni particolari dei  siti preferiti e visualizzare e interagire con gli aggiornamenti che interessano di più nella barra dei preferiti. Comodo per siti da monitorare in tempo reale come e-bay e simili.

    - Windows Presentation Foundation (WPF): è una libreria di classi del Framework .NET (introdotta con la versione 3.0) per lo sviluppo dell'interfaccia grafica delle applicazioni in ambienti Windows. L'innovazione principale è la rimozione di ogni legame con il modello di sviluppo tradizionale di Windows. Tutti i controlli sono stati riscritti. WPF è basato su un sistema di grafica che si appoggia alle DirectX per sfruttare l'accelerazione hardware delle moderne schede grafiche ed alleggerire il carico del processore, senza scomodare lo sviluppatore del software. WPF può essere impiegato per realizzare applicativi eseguibili anche all'interno del browser Microsoft Explorer o di altri browser avanzati, purchè sia presente il Framework. Il linguaggio usato per la creazione di una interfaccia utente in WPF è l’XAML (eXtensible Application Markup Language), basato su XML. I controlli risultano meno rigidi, più ricchi, aggiungendo i render control, content control e layout control.

    - SQL Server 2008: consolida le novità apportate a SQL Server 2005. Introdotti alcuni strumenti come ad esempio: una migliore gestione delle date, con la possibilità di separare data e ora e 4 nuovi tipi di dati nativi. E’stato inoltre aggiunto il supporto per i dati geografici (con standard OGC) con la possibilità di connettersi con estrema facilità con Virtual Heart ad esempio e la possibilità di mappare un elemento in un ordine gerarchico, tramite hierarchic ID.
    Molto migliorata anche la gestione dei file, tramite variabile VARBINARY(MAX), che permette il salvataggio dei dati sul File System così da rendere possibile lo streaming di filmati con File Stream. Migliorato anche il tracking delle modifiche e degli accessi, utile per gli amministratori di sistema.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Per approfondimenti segnalo: http://blogs.msdn.com/italy/

     




     
    239 Voti (Vota questo contributo )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento

    Non ci sono commenti per questo contributo



    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0