Home page  
Visualizzazione Contributo


  • Visualizza tutti i contributi


    Zola ritorna allo Stamford Bridge e pareggia  (1253 Click)
    Con il West Ham fa 1-1. Era quart'ultimo in classifica. Grande accoglienza dei tifosi del Chelsea
    15/12/2008
    esedra
    Calcio
     

    Gianfranco Zola (Oliena5 luglio 1966) è un ex calciatore e allenatore di calcio italiano attivo per due decenni nel calcio professionistico europeo. Tra i primi calciatori italiani a essere ingaggiato da una squadra inglese di alto livello, ha vestito numerose volte la maglia della Nazionale italiana e, per i meriti sportivi conseguiti durante la sua permanenza al Chelsea, ha ricevuto nel 2004 l'onorificenza di Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico.

    Cenni biografici

    Iniziò a giocare a calcio nella Corrasi di Oliena per poi passare alla Nuorese (1984), dove fu impiegato nel ruolo di mezzapunta. Nel 1986 passò alla Sassari Torres dove disputò un campionato di C-2 e due campionati di serie C-1: in quest'ultimo torneo segnò 11 goal in 34 partite. Acquistato dal Napoli, con questo esordì in serie A nel 1989. Con il club partenopeo vinse il campionato 1989/90 e la successiva Supercoppa italiana del 1990.

    Zola si trasferì nel 1993 al Parma, squadra con la quale vinse la Supercoppa UEFA 1993 e la Coppa UEFA 1994/95; nel 1996 passò alla squadra londinese del Chelsea. Lì si aggiudicò, al termine della prima stagione inglese, il riconoscimento quale miglior giocatore del campionato. Nel 1998 Zola si assicurò la Coppa d'Inghilterra, la Coppa delle Coppe e la Supercoppa UEFA. Dopo sette stagioni di militanza nel club, nella stagione 2003/04 Zola rientrò in Italia per indossare la maglia del Cagliari, allora in serie B.

    Soprannominato dagli inglesi magic box, poco dopo il suo ritorno in Italia Zola fu nominato Membro dell'Ordine dell'Impero Britannico (MBE) dalla regina Elisabetta. Il Chelsea, quale riconoscimento al giocatore, ritirò la sua maglia numero 25.

    Zola contribuì alla promozione del Cagliari in serie A, e si apprestò a disputare nel 2004/05 la sua ultima stagione agonistica. Il suo ultimo incontro ufficiale fu il 29 maggio 2005, Juventus - Cagliari 4-2, nel corso del quale egli segnò le due reti per la sua squarda. Al termine del campionato fu anche premiato con il Pallone d'argento come giocatore più corretto del campionato.

    Il 29 giugno 2005 Zola annunciò il suo ritiro dalle competizioni agonistiche. Sempre dopo il suo ritiro giocò in un campionato di calcio a 7 che si svolge a Cagliari denominato "Carioca Cup"[2].

    È stato inserito al secondo posto dal tabloid britannico The Sun, nella classifica dei 10 artisti del pallone che hanno militato nei campionati inglesi negli ultimi anni, piazzandosi dopo George Best, ma prima di Paul Gascoigne, Ryan Giggs e Thierry Henry[3].


    Presenze e reti nei club

    Stagione: Squadra: Gare: Gol:
    2004/05 Cagliari 31 6
    2003/04 Cagliari 43 13
    2002/03 Chelsea 38 14
    2001/02 Chelsea 33 4
    2000/01 Chelsea 34 4
    1999/2000 Chelsea 35 6
    1998/99 Chelsea 34 13
    1997/98 Chelsea 36 7
    1996/97 Chelsea 35 7
    1995/96 Parma 35 10
    1994/95 Parma 30 19
    1993/94 Parma 37 19
    1992/93 Napoli 37 12
    1991/92 Napoli 30 12
    1990/91 Napoli 31 6
    1989/90 Napoli 18 2
    1988/89 Sassari Torres 34 11
    1987/88 Sassari Torres 26 2
    1986/87 Sassari Torres 28 8
    1985/86 Nuorese 24 9
    1984/85 Nuorese 7 1

    Nazionale

    Con la Nazionale Zola ha avuto alterna fortuna: al Mondiale 1994 giocò appena 10 minuti, infatti venne espulso - peraltro senza aver commesso alcun fallo - negli ottavi di finale contro la Nigeria e squalificato per due giornate. Sfortunato protagonista anche al campionato d’Europa 1996 quando, contro la Germania nella terza partita del girone, fallì un rigore decisivo per il passaggio ai quarti di finale.

    Il 12 febbraio 1997 segnò il gol che diede all'Italia una storica vittoria contro l'Inghilterra allo stadio di Wembley, proprio contro la nazione che lo vede protagonista nel suo campionato, nel corso di un incontro valido per la qualificazione al Mondiale del 1998. In quello stesso anno però, a soli 31 anni, Zola giocò anche la sua ultima partita in Nazionale (a Roma nuovamente contro l'Inghilterra) in quanto poi, nonostante le sue ottime prestazioni con il Chelsea, il ct Cesare Maldini non lo incluse nella rosa che disputò il Mondiale 1998 in Francia, chiuso dalle convocazioni di Alessandro Del Piero e Roberto Baggio.

    Cronologia presenze e reti in Nazionale [modifica]

    Gol importanti

    Tra i goal più importanti di Gianfranco Zola possiamo ricordare quello segnato con la nazionale italiana il 12 febbraio 1997 contro la nazionale inglese nello storico stadio di Wembley , in una partita valida per le qualificazioni al campionato Mondiale di Francia 1998. Altro goal storico di Zola quello segnato di tacco contro il Norwich nella finale di FA Cup nel 2002. Da ricordare infine il suo velocissimo goal contro lo Stoccarda nella finale di Coppa delle Coppe del 1998; entrato in campo al settantesimo minuto di gioco, Zola segna dopo appena 20 secondi il gol che vale la conquista del trofeo.



     
    210 Voti (Vota questo contributo )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento

    Non ci sono commenti per questo contributo



    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0