Home page  
Visualizzazione New


  • Visualizza tutte le news


    Baggio porta fortuna a Fernando Torres  (1903 Click)
    La giovane Spagna vince l'Europeo con un goal del Nino 44 anni dopo Suarez
    29/06/2008
    D_and_T
    Calcio
     

     

    Torres debuttò nella Nazionale maggiore il 6 settembre 2003 in amichevole contro il Portogallo. Il 28 aprile 2004 segnò il suo primo gol con le Furie Rosse contro l'Italia.

    Vai ai video su You Tube

    Fernando José Torres Sanz (Fuenlabrada20 marzo 1984) è un calciatore spagnolo, attaccante del Liverpool e della Nazionale spagnola.

    Dotato di velocità, ottima tecnica individuale e di fiuto per il gol, è uno dei migliori centravanti europei.

    È soprannominato El Niño (in italiano Il Ragazzino) per i suoi tratti somatici e per la sua precocità: esordì, infatti, nella Liga a soli 18 anni e a 19 divenne capitano dell'Atlético Madrid.

    All'età di 10 anni Fernando Torres iniziò a giocare come attaccante nel Rayo 13. Dopo un'ottima stagione, nella quale realizzò 55 gol, fu scelto tra i tre giocatori che avrebbero avuto l'opportunità di sostenere un provino con l'Atlético Madrid. Torres impressionò molto positivamente gli scout e nel 1995, a soli 11 anni, entrò a far parte delle giovani dell'Atlético Madrid. Torres vinse il primo importante trofeo giovanile nel 1998: l'Atlético fece partecipare la selezione Under-15 alla Nike Cup Europe contro i parì età di molte squadre europee comprese Real Madrid, Barcellona, Milan, Manchester United e Juventus. l'Atlético vinse il torneo con Torres come trascinatore, che più tardi fu votato come miglior giocatore europeo di quell'età.[1] Nel 1999 Torres firmò il primo contratto con l'Atlético, realizzando il sogno che aveva sin da bambino.[1]

    La stagione 2000/01, prima in prima squadra per l'attaccante spagnolo, iniziò male: Torres si ruppe una gamba e dovette rimanere fermo fino a dicembre. Debuttò nell'Atlético Madrid il 27 maggio 2001 contro il Leganés allo stadio Vicente Calderón di Madrid. Una settimana più tardi segnò la sua prima rete contro l'Albacete.[1] A 17 anni divenne il più giovane giocatore a scendere in campo per l'Atlético Madrid.

    Nella stagione seguente Torres disputò 36 partite realizzando 6 reti in Segunda División e, nonostante i pochi gol realizzati dal suo centravanti, l'Atlético vinse il campionato guadagnandosi la promozione nella Liga. Nella sua prima stagione nel massimo campionato spagnolo Torres giocò 29 partite e realizzò 13 gol.

    Nella stagione 2003/04 Torres fu nominato, a 19 anni, capitano dei Colchoneros, diventando il più giovane capitano della storia dell'Atlético Madrid. In quella stagione l'Atlético arrivò settimo in campionato, qualificandosi per la Coppa Intertoto 2004, prima manifestazione internazionale disputata da Torres.

    La giovane età e le grandi capacità dell'attaccante hanno da sempre scatenato delle insistenti voci di mercato. Nell'estate del 2005 lo voleva il Chelsea,[2] ma l'offerta del club inglese non fu accettata dall'Atlético. In Italia, invece, il suo nome è stato spesso affiancato al Milan.[3]

    Nel 2006, a causa di problemi finanziari, l'Atlético Madrid si disse disponibile a cedere Torres. Il Tottenham e il Newcastle fecero pervenire un'offeta al club di Madrid, ma nessuna delle due fu valutata sufficiente.[4]

    Dopo il suo ottimo Mondiale 2006 (4 presenze e 3 gol) fu seguito da Manchester United, Chelsea e Milan,[5][6] ma decise di rimanere a Madrid.[7]

    L'anno seguente si diffusero nuove voci di mercato sullo spagnolo, presto smentite dal presidente dell'Atlético Enrique Cerezo.[8] Tuttavia pochi giorni dopo l'arrivo dal Liverpool di Luis García e l'acquisto dal Villareal di Diego Forlán furono il preludio per il passaggio di Torres al Liverpool

    Il 3 luglio 2007 il Liverpool ufficializzò l'acquisto del giocatore spagnolo per la cifra record di 36 milioni di euro.[9][10]

    Torres ha esordito in gare ufficiali con il Liverpool l'11 agosto 2007 contro l'Aston Villa (2-1) e ha realizzato la sua prima rete in Premier League il 19 agosto al 16° minuto di Liverpool-Chelsea (1-1).

    Con i Reds ha esordito anche in Champions League nei preliminari dell'edizione 2007/08 contro il Tolosa, subentarando al 78' a Andrij Voronin, autore del gol-vittoria. La prima rete in Champions League, invece, è datata 28 novembre 2007, quando Torres al 19° minuto realizzò il primo gol di Liverpool-Porto 4-1 (sua anche la seconda rete dei Reds).

    Il 23 febbraio 2008 ha realizzato la sua prima tripletta con il Liverpool contro il Middlesbrough ad Anfield (3-2) e il 5 marzo si è ripututo contro il West Ham (4-0), diventando il primo giocatore a realizzare due triplette in due partite casalinghe successive dopo Jackie Balmer nel novembre 1946 e il quarto in assoluto nella storia del club.[11] L'8 aprile, inoltre, ha realizzato il suo 29° gol stagionale, segnado in Champions League contro l'Arsenal, battendo il precedente record di gol in una stagione con il Liverpool che appartenva a Michael Owen. Il 4 maggio, invece, segnando la rete del definitivo 1-0 contro il Manchester City ad Anfield, ha eguagliato il record di 8 partite casalinghe consecutive in gol, detenuto da Roger Hunt (stagione 1961/62, quando il Liverpool giocava in Second Division). Torres ha segnato la sua 24a rete nell'ultima partita della stagione, il 2-0 contro il Tottenham battendo così il record di 23 reti alla prima stagione in Premier League di uno straniero appartenuto a Ruud van Nistelrooy. Le reti complessive del Niño al termine della prima stagione con i reds sono 33

    Nel febbraio 2001, pochi mesi dopo essersi ristabilito dalla frattura alla gamba, Torres vinse il Torneo di Algarve con la Nazionale spagnola Under-16.[13] Nel maggio dello stesso anno sempre con la selezione Under-16 partecipò all'Europo di categoria, vincendo anche tale manifestazione, dove Torres relizzò l'unico gol della finale e si laureò capocannoniere con 7 reti in 6 partite. Fu inoltre scelto come miglior giocatore della competizione.[1] A novembre, invece, fu convocato per il Mondiale Under-17, dove la Spagna fu eliminata nella fase a gironi e Torres segnò 1 gol in 3 partite.

    Nel 2002 vinse con la sua Nazionale l'Europeo Under-19. Come già accaduto nell'Europeo Under-16, Torres segnò l'unico gol della finale, si laureò capocannoniere (4 reti in 4 partite) e fu eletto miglior giocatore della competizione.[1]

    Torres debuttò nella Nazionale maggiore il 6 settembre 2003 in amichevole contro il Portogallo. Il 28 aprile 2004 segnò il suo primo gol con le Furie Rosse contro l'Italia.

    Fece parte della selezione che partecipò all'Europeo 2004, dove subentrò dalla panchina nelle prime due partite del girone eliminatorio e disputò come titolare la terza e decisiva contro il Portogallo, persa per 1-0, che sancì l'eliminazione della Spagna.

    Fu convocato per il Mondiale 2006, dove segnò il gol del definitivo 4-0 contro l'Ucraina nella partita inaugurale del girone e 2 reti contro la Tunisia (3-1, la seconda su calcio di rigore), per un totale di 3 gol in 4 partite come il compagno di reparto David Villa.

    da http://it.wikipedia.org/wiki/Fernando_Torres




     
    252 Voti (Vota questa news )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento

    Non ci sono commenti per questa News



    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0