Home page  
Visualizzazione New


  • Visualizza tutte le news


    Ugo Nespolo  (879 Click)
    Time after time. Nespolocinema. Alla Mole Antonelliana fino a Settembre
    02/07/2008
    Movie&Sport
    Cultura
     

    Fino al 14 settembre 2008
    Time after time. Nespolocinema
    Una mostra allestita nel cuore del Museo Nazionale del Cinema illustra la prolifica attività del pittore-scultore-regista Ugo Nespolo. 125 opere di grande formato, un centinaio di fotogrammi di film, una selezione di acrilici aventi il cinema per oggetto, dieci manifesti storici di mostre e rassegne ristampati su stoffa sono alcuni pezzi di una ricca esposizione che ripercorre la carriera di uno dei più innovativi e sperimentali artisti italiani.
    LUOGO: Museo Nazionale del Cinema, Mole Antonelliana - via Montebello 20, Torino
    INFORMAZIONI:
    www.museonazionaledelcinema.it - info@museocinema.it - T 011 8138511
    Orari d'apertura: mar, mer, giov, ven, dom, 9-20; sab 9-23; lun chiuso
    BIGLIETTI: 6.50 euro intero, 5 euro ridotto studenti universitari

    Sito (clicca immagine)

    Ugo Nespolo (Mosso29 agosto 1941) è un pittore e scultore italiano.

    Ottiene il diploma all'Accademia Albertina di Belle Arti ed in seguito si laurea in Lettere Moderne mostrando grandi interessi per la Semiologia.

    Esordisce nel panorama artistico italiano negli anni sessanta con contaminazioni della Pop Art e con una stretta militanza con concettuali e poveristi. La sua produzione si caratterizza presto per forte accento trasgressivo, ironico e quell'apparente senso del divertimento, doti che si presteranno alla "tela cinematografica" esplorando presto, negli anni settanta, anche questo mezzo di espressione.

    Gli anni ottanta concretizzano la maturazione più apprezzata del suo periodo americano, i suoi quadri rappresentano oggetti e luoghi comuni delle città statunitensi. Collabora con la Rai per la quale realizza videosigle, collabora nella realizzazioni pubblicitarie, fedele al dettato delle avanguardie storiche di "portare l'arte nella vita", l'artista deve occupare spazi della vita comune, uscire dagli spazi assegnati, canonici.

    Gli anni novanta affianca alle sue numerose attività l'impegno nel Teatro realizzando scene e costumi per L'elisir d'amore di Donizetti al Teatro dell'Opera di Roma, all'Opera di Parigi, Losanna, Liegi e Metz.

    Nespolo viene anche annoverato tra i "maestri del Palio", per aver dipinto nel 2000 i due sendalli per il Palio di Asti di quella edizione.

    Il passaggio di secolo segna per l'artista una tappa fondamentale, a lungo desiderata e cercata: la realizzazione del "suo" atelier (realizzato in prima persona all'interno di una fabbrica abbandonata della sua Torino) che, come uno scrigno prezioso, avvolge e contiene le sue creazioni, i suoi "giochi tecnologici", i suoi affetti più cari.

    E' a lui che gli organizzatori del Giro d'Italia affidano la creazione della maglia rosa per l'edizione del 2003.

    Nel 2005 a Torino, realizza per Gtt delle opere tematiche nelle stazioni della Metropolitana di Torino e in seguito decora con la sua inconfondibile impronta l'esterno del centro commerciale di Via Livorno.

    Nel 2007, dipinge il drappellone del Palio di Siena del 16 agosto e firma scene e costumi per l'opera Madama Butterfly che inagura il 20 luglio la 53° stagione del Festival Puccini di Torre del Lago Puccini.

    da http://it.wikipedia.org/wiki/Ugo_Nespolo

     




     
    175 Voti (Vota questa news )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento


    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0