Home page  
Visualizzazione New


  • Visualizza tutte le news


    ViaEmiliaDocFest  (834 Click)
    Aperto il bando sul portale www.viaemiliadocfest.tv
    06/05/2011
    Movie&Sport
    Cultura
     

     

    ViaEmiliaDocFest 2011: online il bando di concorso

     

    Festival Italiano online del cinema documentario ideato e promosso da Pulsemedia

     

    3 maggio 2011 – Si aprono il 5 maggio 2011 le iscrizioni per partecipare alla seconda edizione di ViaEmiliaDocFest il primo Festival Italiano online del cinema documentario, promosso da Pulsemedia.

     

    Sul portale www.viaemiliadocfest.tv sono reperibili la scheda di partecipazione e il regolamento del concorso. Il Festival è aperto a tutte le opere completate dopo il 1 gennaio 2010, senza limiti di durata, genere e formato, non ancora distribuite in sala o in tv. Ci si può iscrivere direttamente sul portale www.viaemiliadocfest.tv

     e occorre inviare 2 copie DVD video e una copia DVD dati entro e non oltre il 20 giugno 2011. La partecipazione è gratuita. Saranno trenta le opere scelte dal Comitato di selezione che entreranno in Concorso per due mesi a partire dal 15 settembre 2011, giorno di apertura ufficiale di ViaEmiliaDocFest.

     

    Previa iscrizione al sito www.viaemiliadocfest.tv, il pubblico potrà vedere in alta definizione online, e votare le trenta opere in Concorso dal 15 settembre 2011 al 15 novembre 2011.  Il titolo più votato dagli utenti del portale, sarà il vincitore del "Premio del Pubblico Web 2011".

     

    Le stesse trenta opere – e non solo le cinque più votate dagli utenti web come per l’edizione passata -  saranno sottoposte al giudizio di una Giuria qualificata, ampliata da tre a cinque esperti del settore, che designerà il vincitore assegnandogli il "Premio della Giuria ViaEmiliaDocFest 2011".

     

    Un appuntamento unico che, grazie al web 2.0, consente di dare visibilità a un numero sempre crescente di produzioni indipendenti, spesso mal distribuite e dunque invisibili per il grande pubblico, e di documentare le nuove tendenze di un settore sempre più in espansione quale quello del cinema documentario.

     

    Grazie alla rete e alle avanzate tecnologie audio video, la prima edizione di ViaEmiliaDocFest ha ottenuto risultati stupefacenti: per due mesi il portale www.viaemiliadocfest.tv ha permesso la visione integrale e ad alta definizione dei trenta film in concorso, registrando 25.000 utenti unici che hanno espresso circa 10.000 voti validi con quasi 200.000 pagine visitate.

     

    ViaEmiliaDocFest  anche quest’anno affiancherà al Concorso altre interessanti offerte tra sezioni parallele, momenti live e incontri, con l’intento di favorire lo scambio di contatti e informazioni fra i filmmaker presenti e i professionisti del mondo audiovisivo.

     

    ViaEmiliaDocFest è ideato, organizzato e gestito da PULSEMEDIA editore, produttore e distributore multipiattaforma di film-documentari, videoclip, livecast, che ricopre oggi un ruolo strategico e innovativo nella comunicazione multimediale grazie ad un suo peculiare modo di raccontare il Prodotto, l’Evento, le Storie,  basato su una felice sintesi tra sensibilità autoriale e know how tecnologico tra i più avanzati.

    Piombo Fuso (82’, 2009), di Stefano Savona vincitore al Festival di Locarno 2009, Il Popolo che Manca (75’, 2010) di Andrea Fenoglio e Diego Mometti vincitore del Premio Speciale della Giuria alla 28° edizione del Torino Film Festival – sezione Italiana.doc; Spezzacatene (79’, 2010) di Stefano Savona in concorso sempre al 28° Torino Film Festival e Il Palazzo delle Aquile (123’, 2011) di Stefano Savona (produzione associata), vincitore del concorso internazionale al Cinéma du Réel 2011 e selezionato nella sezione ACID al Festival di Cannes 2011 , sono solo alcuni dei titoli prodotti dalla società emiliana, che anno dopo anno ottiene dal mondo cinematografico e del documentario – addetti ai lavori e pubblico – autorevoli riconoscimenti.

    Attualmente sono in fase di post-produzione: Freakbeat (t.p.), film lungometraggio per la regia di Luca Pastore, e sceneggiatura di Claudio Piersanti, con Roberto ‘Freak’ Antoni, realizzato con il contributo della Regione Emilia-Romagna e della Cineteca di Bologna; Lo chiamavamo Vicky, regia di Enza Negroni prodotto con il sostegno della Film Commission Emilia Romagna.




     
    211 Voti (Vota questa news )
     Stampa questa pagina Stampa

    UtenteData/OraCommento

    Non ci sono commenti per questa News



    Utente     Accedi/Registrati
    Commento  
    Codice di sicurezza       Che cos'è?



  •   Versione: 3.0